Itinerario culturale e paesaggistico

10 cose da vedere in mezza giornata

Partire dall'iizio in basso di  Corso Vannucci presso il pozzo Etrusco:

1.       dal pozzo andate a destra lungo via Maddalena fino al vicolo Baciadonne sulla vostra sinistra: è il vicolo più stretto d'Italia e i cavalieri si mettevano a metà vicolo perchè le dame, passando, non potevano non sfiorarsi con i cavalieri a livello di "bacio"

2.       tornate indietro su corso Vannucci e dopo pochi metri, sulla vostra sinistra entrate a visitare il famosissimo( e bellissimo) affresco del Perugino ( nato a Città della Pieve e maestro di Raffaello) nella chiesa di Santa Maria dei Bianchi.

3.       risalite tutto il Corso e arrivate nella piazza principale: entrate nella cattedrale di san Gervasio e Protasio; anche qui fermatevi a vedere le due  pale  del  Perugino e del Pomarancio: il duomo è Partenza dalla porta sulle mura di  Corso Vannucci e fermatevi ad osservare il Pozzo etrusco ( sotto sprofonda per decine di metri e in certi periodi è visitabile con gli speleologi)

4.       stato recentemente restaurato. Visitate anche la cripta sottostante.

5.       di fronte alla Cattedrale visitate il Palazzo della Corgna con splendidi affreschi al piano superiore e cortile interno con pozzo, sede anche della biblioteca comunale: al piede della scalinata un obelisco etrusco trovato nella campagne pievesi decenni fa.

6.       uscendo da palazzo della Corgna proseguite a sinistra per poche decine di metri per trovare sulla vostra destra la Rocca, edificio del 300 che aveva funzioni difensive nel medioevo: nella rocca c'è anche la sede delle informazioni turistiche e dal giardino interno sulle mura si gode una bella vista. sulla facciata della rocca d'è una fontana con la scritta : Sic Vos, non Vobis; l'acqua è potabile e particolarmente buona e fresca.

7.       continuando sulla strada dopo circa 200 metri troverete di fronte la chiesa e il chiostra delle Clarisse di Clausura. Provate ad entrare in chiesa, se è aperta, potete riposarvi e nel penombra fresca e, se siete fortunati, ascoltare i canti delle Clarisse.

8.       Chi non è ancora stanco può ripercorrere tutta la strada, proseguire oltre il palazzo della Corgna, e incontrerà il Palazzo della Fargna, sede del Comune. Si scende ancora e , attraversata il piccolo e silenzioso Largo Baglioni scendere una scalinata e arrivare alla piccola chiesa di San Pietro, fuori delle mura, al cui interno c'è in affresco, purtroppo rovinato,del Perugino, la chiesa ha un panorama mozzafiato e dà l'impressione di essere sulla prua di una nave in volo sopra la Val di Chiana.

9.       per tornare indietro perdetevi  tra  i vicoli e vicoletti della città o seguite il percorso " itinerari Arcobaleno"  tra vicoli e belvedere, torri di avvistamento, mura e palazzi di mattoni.

10.   alla fine sedetevi  al Caffè degli Artisti nella piazza dopo la Rocca, bevete un aperitivo supportato da ghiottonerie e godetevi  il via - vai dei pievesi.